Portella della Ginestra - Un processo in mostra

30/10/2014

Viterbo

Nell’ambito degli Appuntamenti con la Memoria, che l’Archivio di Stato di Viterbo organizza  regolarmente con i diversi partner istituzionali presenti sul territorio, sono previste per il 17 e il 18 gennaio p.v. due giornate di forte impatto culturale che, ripercorrendo il filone della memoria, intendono fornire alla città di Viterbo una carica emozionale capace di suscitare nuovi spunti di riflessione a vecchie e nuove generazioni.   L’evento, organizzato in collaborazione con Caffeina Festival, oltre alla presentazione degli atti del convegno tenutosi a Viterbo nel 2012,  (Portella della Ginestra e il processo di Viterbo – politica memoria e uso pubblico della storia) vedrà la partecipazione di importanti personalità che,  mediante la loro espressione artistica, hanno reso omaggio alle vittime di  Portella della Ginestra.         

La strage di Portella della Ginestra del 1 Maggio 1947 viene considerata il primo mistero della Repubblica ed ha profondamente segnato la storia dell’Italia repubblicana e la memoria del sindacato dando vita a un acceso dibattito tra gli storici e ad una significativa produzione letteraria e cinematografica. Proprio per trasmettere la memoria ad un pubblico sempre più ampio riteniamo molto interessante guardare nello stesso tempo ai linguaggi della comunicazione politica e istituzionale, mettendo a confronto il discorso pubblico, le rappresentazioni della cultura, del cinema, del teatro, della televisione e di tutte la altre forme artistiche. Ad oggi hanno confermato

la loro presenza  lo scrittore  Loriano Macchiavelli,  il Maestro Ettore De Concilis, il Maestro Francesco Guccini, il regista  Paolo Benvenuti.

Parteciperanno  inoltre all’iniziativa:

Università degli Studi della Tuscia - Fondazione Giuseppe Di Vittorio -   Centro Studi sulla Storia dell’Europa Mediterranea - Archivio Nazionale CGIL - Funzione Pubblica CGIL Roma Lazio -  Cgil Roma Lazio - Camera del Lavoro di Viterbo  -  Camera del Lavoro di Palermo – Rete degli Archivi per non Dimenticare