Consultazione e duplicazione


Il materiale bibliografico, in qualità di supporto per le ricerche d'archivio, può essere consultato unicamente presso la sala di studio. Non è consentito il prestito esterno.

Il servizio è regolato dal R.D.  2/10/1911 n.1163  (Regolamento archivistico) e dalla Circolare n. 249 del 26/11/1997 (Regolamento delle biblioteche degli Istituti archivistici).

L'Archivio di Stato offre, a pagamento, un servizio di fotoriproduzione, anche digitale, nel rispetto della normativa vigente (L. 663/1941 e s.m.i., L. 248/2000, D.Lgs. 68/2003).

Sono escluse dalla riproduzione le opere antecedenti all'anno 1900, i volumi che superano le dimensioni di cm. 25x32x6, nonché tutto ciò che versa in un precario stato di conservazione.

Sono, inoltre, escluse dalla consultazione le tesi di laurea che non hanno maturato il quinquennio.